Prestito a Casalinghe

Facile o impossibile?


Prestito a Casalinghe

Nella società moderna troviamo una categoria di lavoratori che spesso hanno difficoltà nella richiesta di un piccolo prestito: le casalinghe. Non è un caso se abbiamo classificato le casalinghe come una categoria di lavoratori, perchè pensiamo sia uno dei lavori più difficili e faticosi nel panorama moderno. Le donne che fanno le casalinghe spesso hanno la necessità di richiedere un prestito, allora vediamo alcuni consigli e suggerimenti perchè vengano erogati facilmente venendo incontro alle esigenze delle donne casalinghe.

Casaliga senza busta paga, è questa la parola chiave che identifica una delle categorie più difficili nel modo dei prestiti.

Non tutti sanno che le casalinghe, anche senza lavoro e senza busta paga, hanno la possibilità di richiedere e ottenere un prestito. Ovviamente non si può pretendere la luna e dunque si parla di prestiti di importo abbastanza piccolo, normalmente di importo compreso tra 1.000 e 5.000 euro, somme che possono senz'altro essere chieste, sia nel caso in cui la casalinga non svolga altri tipi di lavori oltre a quella domestica, sia nel caso in cui abbia una lavoro che svolge part time a tempo determinato.

Le casalinghe possono accedere a piccoli prestiti, necessari normalmente per fronteggiare le piccole spese che si presentano all'interno del nucleo familiare, dunque spese per la casa (spese impreviste, acquisto di nuovi elettrodomestici, ecc).

Prestiti per casalinghe senza garante.
Se la casalinga ha, oltre alla consueta attività domestica, una professione part time in piena regola, ovvero con reddito dimostrabile, può richiedere un prestito senza bisogno garante.

Prestiti alle casalinghe senza busta paga.
Se invece la casalinga non ha nessun reddito dimostrabile e dunque nessuna busta paga, le finanziarie richiedono la firma di un garante con reddito per l'erogazione del finanziamento. Un ottimo garante piò essere il marito, oppure un altro parente (i genitori), o persino un figlio che già lavori.

Di seguito il link utile per richiedere un piccolo prestito facile e veloce.

Recensioni Prestiti Personali più lette

  • Prestito Agos è sicuramente uno dei prestiti più interessanti nel panorama creditizio italiano. Agos è una delle finanziarie più attive sia dal punto di vista delle erogazioni, sia dal punto di vista della presenza sui canali marketing tradizionali e non.
  • Prestito BNL in Novo è l'ultima novità di BNL in fatto di prestiti e credito al consumo. Di nota fama e capillarità la Banca Nazionale del Lavoro, Gruppo BNP-Paribas, offre sicuramente una potenza di erogazione ed elasticità tipica di un gruppo bancario di tali dimensioni e capitalizzazione. L'eccezionale novità è sicuramente l'importo erogabile... 100.000 euro. Cifra fino ad oggi impensabile per un prestito personale.

Cosa valutare in un prestito personale

Quando si sottoscrive un prestito personale prestate attenzione ai seguenti particolari:

 

  1. tasso di interesse applicato

  2. prezzi e condizioni, inclusi gli oneri in caso di mora

  3. ammontare del finanziamento e modalità di erogazione

  4. TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale)

  5. TAN (Tasso Annuo Nominale)

  6. numero, importo e scadenza delle rate

  7. eventuali oneri esclusi dal calcolo del TAEG

  8. possibili garanzie, se richieste

  9. possibili coperture assicurative non incluse nel TAEG


Visitate le nostre FAQ per conoscere cosa sono il TAN e il TAEG.

News correlate

Prestiti Personali: Consigli utili

Vogliamo di seguito dare alcuni consigli utili per chi si trova nel momento in cui si richiede un prestito personale. Dovrete considerare, una volta richiesto il prestito, che ci sono due eventualità su cui è bene essere informati:

Il mancato pagamento della rata del prestito personale

Estinzione anticipata del prestito


Se non dovessimo pagare una rata:

  • gli interessi saranno maggiorati;

  • verrà applicata una mora;

  • il proprio nominativo verrà inserito nella lista dei cattivi pagatori (segnalazione in CRIF).


Dunque valutate con estrema cautela la propria capacità di rimborso dei prestiti personali attraverso le rate tutti i mesi.

L'estinzione anticipata del prestito personale deve sempre essere disponibile, ma bisogna fare attenzione alle penali. La nuova normativa sul credito al consumo, entrata in vigore a Giugno 2011, ha introdotto nuove regole favorevoli ai consumatori, tra cui l'assenza di penali se il debito residuo è inferiore a 10 mila euro.

Vi invitiamo quindi a leggere attentamente le clausole contrattuali e ad informarsi bene sui propri diritti.

Sondaggio