Prestito alle donne

Prestiti agevolati per l'imprenditoria femminile


Prestito alle donne

“Riparti da te! Bella impresa essere donna” è la campagna istituzionale, presentata dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, di Microcredito Donna (www.microcreditodonna.it), il progetto istituito dall'Ente Nazionale per il Microcredito che ha come obiettivo quello di far sapere a tutte le donne interessate le modalità di accesso a prestiti agevolati che sono stati messi a disposizione per la creazione di piccole imprese al fine di dare una nuova spinta al lavoro e all'imprenditoria femminile.

Microcredito Donna rappresenta uno strumento di aiuto per tutte le donne volenterose di oltrepassare il momento di crisi economica in cui versa l'Italia creando una propria impresa, senza garanzie personali alla banca o chiedere aiuto a parenti e garanti, un genitore o il proprio marito o compagno. Il microcredito può risolvere il problema dell'accesso al credito che da sempre penalizza le l'universo femminile maggiormente di quello maschile a causa dei tassi d'interesse maggiori, degli importi accordati inferiori e in ultimo, ma non di meno, della maggiore richiesta di garanzie.

L'Ente Nazionale per il Microdredito non è un ente erogatore, quindi liquida personalmente il denaro, ma dopo aver visionato e valutato il progetto imprenditoriale, guida la richiedente e futura imprenditrice verso le soluzioni più giuste, ed inoltre ha costituito un fondo di garanzia.

Dunque l'Ente è un utile alleato che colma il divario di genere tra uomini e donne che esiste nell'accesso al credito tradizionale e promuove lo sviluppo di innovativi modelli e strumenti di microcredito in un'ottica di genere. Valuta inoltre la struttura sociale dei progetti rivolti alle donne e rafforza quelli che favoriscono una più significativa conciliazione tra lavoro e famiglia, non lasciando da parte la sensibilizzazione degli operatori del credito e delle finanziarie, rappresentare una valida informazione mirata all'universo femminile sugli strumenti accessibili, incoraggiare il network di donne imprenditrici e incentivare la formazione della cultura imprenditoriale e finanziaria.

Recensioni Prestiti Personali più lette

  • Prestito Agos è sicuramente uno dei prestiti più interessanti nel panorama creditizio italiano. Agos è una delle finanziarie più attive sia dal punto di vista delle erogazioni, sia dal punto di vista della presenza sui canali marketing tradizionali e non.
  • Prestito BNL in Novo è l'ultima novità di BNL in fatto di prestiti e credito al consumo. Di nota fama e capillarità la Banca Nazionale del Lavoro, Gruppo BNP-Paribas, offre sicuramente una potenza di erogazione ed elasticità tipica di un gruppo bancario di tali dimensioni e capitalizzazione. L'eccezionale novità è sicuramente l'importo erogabile... 100.000 euro. Cifra fino ad oggi impensabile per un prestito personale.

Cosa valutare in un prestito personale

Quando si sottoscrive un prestito personale prestate attenzione ai seguenti particolari:

 

  1. tasso di interesse applicato

  2. prezzi e condizioni, inclusi gli oneri in caso di mora

  3. ammontare del finanziamento e modalità di erogazione

  4. TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale)

  5. TAN (Tasso Annuo Nominale)

  6. numero, importo e scadenza delle rate

  7. eventuali oneri esclusi dal calcolo del TAEG

  8. possibili garanzie, se richieste

  9. possibili coperture assicurative non incluse nel TAEG


Visitate le nostre FAQ per conoscere cosa sono il TAN e il TAEG.

News correlate

Prestiti Personali: Consigli utili

Vogliamo di seguito dare alcuni consigli utili per chi si trova nel momento in cui si richiede un prestito personale. Dovrete considerare, una volta richiesto il prestito, che ci sono due eventualità su cui è bene essere informati:

Il mancato pagamento della rata del prestito personale

Estinzione anticipata del prestito


Se non dovessimo pagare una rata:

  • gli interessi saranno maggiorati;

  • verrà applicata una mora;

  • il proprio nominativo verrà inserito nella lista dei cattivi pagatori (segnalazione in CRIF).


Dunque valutate con estrema cautela la propria capacità di rimborso dei prestiti personali attraverso le rate tutti i mesi.

L'estinzione anticipata del prestito personale deve sempre essere disponibile, ma bisogna fare attenzione alle penali. La nuova normativa sul credito al consumo, entrata in vigore a Giugno 2011, ha introdotto nuove regole favorevoli ai consumatori, tra cui l'assenza di penali se il debito residuo è inferiore a 10 mila euro.

Vi invitiamo quindi a leggere attentamente le clausole contrattuali e ad informarsi bene sui propri diritti.

Sondaggio